STORIA
Immagine di anteprima Il tortello... con la coda!

Il tortello... con la coda!

Non è di paglia e nemmeno di cavallo, ma nasce dalla caratteristica chiusura a intreccio usata per sigillare la pasta.
A Vigolzone, nel piacentino, la tradizione vuole che anche i tortelli abbiano la coda. Anzi due, per essere precisi...
STORIA
Immagine di anteprima Brasadè: biscotto di nome o di fatto?

Brasadè: biscotto di nome o di fatto?

Sarà il 2015 appena iniziato, sarà la crisi del lunedì mattina, ma ci sono momenti della vita in cui domande esistenziali ti assalgono. Per esempio: "Perchè il biscotto si chiama così anche se viene cotto una volta sola??"..
STORIA
Immagine di anteprima Ti piace il cioccolato? Scopri quello dell'Oltrepò Pavese: una "pura delizia"

Ti piace il cioccolato? Scopri quello dell'Oltrepò Pavese: una "pura delizia"

È proprio vero, territori e persone sanno sempre sorprenderci.
Questo è stato subito il nostro pensiero quando abbiamo appreso che nelle prime colline dell'Oltrepò Pavese, tra un'azienda vitivinicola e l'altra, esiste un piccolo laboratorio artigianale che produce un cioccolato tra i più buoni d'Italia. "Pura Delizia", si chiama.
Di nome e di fatto, abbiamo scoperto poi...
STORIA
Immagine di anteprima La cucina onesta: una favola di Natale

La cucina onesta: una favola di Natale

Le narici ancora inebriate dal profumo del brodo in cui abbiamo cotto gli "anvëin" (gli anolini tipici del piacentino) e le mani incrociate sulla pancia soddisfatta (e stracolma): i giorni di Natale riescono a mettere a dura prova anche golosi del nostro calibro. ..
STORIA
Immagine di anteprima Il maiale a Norcia? Poco, ma brado

Il maiale a Norcia? Poco, ma brado

Ci sono zone, in Italia, da sempre votate al maiale. E poi ce n'è una in cui la tradizione è così forte e radicata da aver fatto della lavorazione del maiale addirittura un'arte.
Siamo a Norcia, in Umbria.
Ma di maiali, neanche l'ombra. O quasi...
STORIA
Immagine di anteprima Terre incantate, due folli eroi e un extravergine che si fa ricordare

Terre incantate, due folli eroi e un extravergine che si fa ricordare

Ti è mai capitato di assaggiare qualcosa che ti ha fatto esclamare "Wow!" inaspettatamente?
E di accorgerti, in quell'istante, che la tua percezione di quel cibo o quella bevanda non sarebbe più stata la stessa di prima?
Ecco, a noi è capitato con un monocultivar taggiasca, che solo più tardi scoprimmo essere prodotto da un'amica. Un assaggio al buio: il nostro battesimo dell'olio extravergine di oliva...
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per fornirti servizi in linea con le tue preferenze. clicca qui se vuoi saperne di più. Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie.